venerdì 6 marzo 2015

Il Diplodocus era un dinosauro soprannominato "doppio fascio"

Nel nostro pianeta troviamo il Diplodocus come uno degli animali più lunghi mai vissuti. Il suo nome significa "doppio fascio" perchè prende in riferimento il doppio osso collocato sulla parte inferiore della sua coda. L'animale è vissuto nel Giurassico superiore degli Stati Uniti ed è un sauropode appartenente al gruppo dei diplodocidi.
Nella località di Morrison Formation, negli Stati Uniti, sono stati ritrovati i suoi resti fossili in alcune rocce. In questa località oltre al Diplodocus, sono state ritrovate tantissime altre serie di fossili di dinosauri famosi come Stegosaurus, Ceratosaurus, Brachiosaurus, Camarasaurus, Allosaurus e Apatosaurus (o Brontosaurus).
Il Diplodocus era un dinosauro che viveva in branchi e si nutriva dalle basse fronde degli alberi. Il collo del Diplodocus era molto lungo, circa 10-12 metri, lo teneva in posizione orizzontale per coprire la massima area senza doversi spostare. La coda lunghissima non era usata contro i predatori perchè essendo sottilissima avrebbe danneggiato l'erbivoro rompendo le ossa più piccole anche se colpendo un predatore l'avrebbe danneggiato.

Gli esemplari più grandi con la loro mole gigantesca non avevano nessun tipo di predatore naturale, mentre i giovani erano vittime dei carnivori di quell'epoca. Le specie più note di questo dinosauro erano due: il Diplodocus carnegiei e il Diplodocus longus.
Alcuni esemplari di questo animale raggiungeva nel tempo una lunghezza che variava dai 26-27 fino ai 30 metri di lunghezza, alcuni studiosi hanno ipotizzato che nella vecchiaia questo animale poteva raggiungere i 35 metri. Rispetto ad altri sauropodi come Apatosaurus e Brachiosaurus, il Diplodocus non aveva una mole massiccia perchè raggiungeva le 10-20 tonnellate di peso e i più grandi circa 40 tonnellate.
Il Diplodocus è vissuto nel Giurassico superiore Stati Uniti
Esemplare di Diplodocus adulto
Negli anni '80, nella località di Albuquerque nel Nuovo Messico, è stato ritrovato un esemplare con resti incompleti denominato Seismosaurus che vuol dire lucertola terremoto ma in realtà si tratterebbe di un Diplodocus adulto che raggiungeva i 50 metri di lunghezza. Però alcuni scienziati hanno ipotizzato che questi resti fossili fosserò iscritti a una specie a sè stante, chiamata Diplodocus hallorum e poi venne rinominata Seismosaurus hallorum. Sono molti i sauropodi che appartengono al genere dei diplodocidi, oltre al Diplodocus troviamo Barosaurus, il noto Apatosaurus - Brontosaurus, Dinheirosaurus, Dyslocosaurus, Cetiosauriscus e i giganti Supersaurus, Amphicoelias e Seismosaurus.

32 commenti:

  1. ciao, non ne conoscevo l'esistenza. Molto interessante ed istruttivo leggere i tuoi articoli. Peccato che ancora non ho nipoti a cui raccontare queste storie !

    RispondiElimina
  2. trovo i tuoi articoli molto interessanti, sto scoprendo tante cose nuove che prima di adesso ignoravo!

    RispondiElimina
  3. Interessantissimo anche questo tuo articolo! Trovo molto istruttivo il tuo blog e lo leggo con piacere. La preistoria è sempre stata un'epoca che mi ha molto affascinato.

    RispondiElimina
  4. E ' sempre molto interessante e utile leggere i tuoi post, scoprire cose nuove, Non conoscevo l'esistenza del Diplodocus . Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  5. Molto interessante il tuo articolo, per tutte le informazioni su questo meraviglioso mondo ormai scomparso

    RispondiElimina
  6. un articolo molto intreressante, una specie che non conoscevo, la preistoria è molto affascinante e grazie al tuo blog posso scoprire cose di cui non conoscevo l'esistenza

    RispondiElimina
  7. Ho letto con molto interesse il tuo articolo, questo dinosauro è veramente gigantesco, non lo conoscevo, grazie delle info precise ed esaurienti!

    RispondiElimina
  8. Pur essendo una discreta appassionata del genere, non avevo mai sentito parlare di questo dinosauro. Ormai tu sei meglio di Quark....

    RispondiElimina
  9. forse non te l'avevo ancora detto ma leggo i tuoi articoli insieme a mia figlia.....siamo entrambe molto incuriosite dai tuoi post sui dinosauri!

    RispondiElimina
  10. Oddio che esemplare mastodontico era, non ne ero a conoscenza, oppure ho rimosso le nozioni apprese a scuola.

    RispondiElimina
  11. trovo i tuoi articoli molto interessanti, specialmente per chi ha bambini..

    RispondiElimina
  12. Complimenti un articolo molto utile e interessante

    RispondiElimina
  13. Ciao anche questa volta ci porti a conoscenza, grazie al tuo post, di un esemplare che io non conoscevo e che mi fa piacere documentarmi grazie al tuo blog.

    RispondiElimina
  14. Beh non lo sapevo, davvero interessante questo essere preistorico

    RispondiElimina
  15. Quanto ci divertiamo a scoprire i dinosauri con te, scrivi così bene che l'articolo diventa sempre molto interessante.

    RispondiElimina
  16. wow ma tu li conosci tutti :D io no conosco neppure un decimo di quello che mi racconti tu ogni giorno :D baci

    RispondiElimina
  17. Leggo con piacere il tuo articolo, lo trovo davvero interessante e curioso :)

    RispondiElimina
  18. Il mondo dei dinosauri mi affascina tantissimo da quando sono piccola, mi piace leggere i tuoi articoli!

    RispondiElimina
  19. Questo dinosauro mi è nuovo non lo conoscevo.. sempre ottimi articoli

    RispondiElimina
  20. Anche a me mi è nuovo, molto interessante scoprire queste cose, mi sono sempre piaciute!

    RispondiElimina
  21. Questo dinosauro non lo conoscevo, grazie di tutte le interessanti informazioni, ti ho letto con piacere!

    RispondiElimina
  22. Sempre interessanti i tuoi post...ignoravo l'esistenza di questo dinosauro...

    RispondiElimina
  23. Marina Napolitano10 marzo 2015 19:06

    Grazie al tuo sito sto scoprendo tantissime creature preistoriche nuove. Grazie

    RispondiElimina
  24. Quante cose interessanti! I miei cugini sono affascinati da queste creature! Consulterò spesso questo sito :D

    RispondiElimina
  25. I post sui dinosauri sono i miei preferiti! Leggo sempre con piacere :)

    RispondiElimina
  26. ma quanto studi ??? La tua è una continua ricerca e proposta di preistoria impressionante !! Sai veramente una vastità di notizie ! Bravo !

    RispondiElimina
  27. Ho sempre adorato la preistoria sin da bambina! Volevo fare l'archeologa un tempo!! Interessantissimo articolo...

    RispondiElimina
  28. mi affascina molto questo argomento, e grazie al tuo blog sto scoprendo tantissime cose nuove

    RispondiElimina
  29. curiosissima questa storia, non lo conoscevo e di certo sapere la spiegazione è molto più curioso grazie

    RispondiElimina
  30. Ogni tanto è bello ripassare la storia e gli animali ed ambiente di quell'epoca, erano molto grossi

    RispondiElimina
  31. Lo studio e la classificazione degli animali estinti, in particolare i fossili, ci riporta alla mente i grandi territori selvaggi dell'età primordiale. La terra era abitata a quel tempo da animali terribili sotto certi aspetti... per fortuna che l'uomo non c'era ancora...

    RispondiElimina

Aggiungi un commento, grazie